Coriandoli e castagnole

07:37:00

Siamo ormai entrati nel pieno del Carnevale. Iniziano le sfilate di maschere e i forni e le pasticcerie si riempiono dei dolci tipici di questo periodo. Ce n'è uno che secondo me regna sovrano oltre alle chiacchiere (o sfrappe, decidete voi come chiamarle) e sono le castagnole.

Dalle mie parti (nel fermano) una brava vergara le deve saper fare. Esistono diverse ricette, questa è la versione di mia mamma e ancora prima di mia nonna. Sono morbide, profumate e grasse al punto giusto ;-)  





Lista della spesa:

  • 200 gr di farina
  • 2 uova
  • 50 gr di  zucchero semolato
  • mistrà (liquore tipico -Varnelli)
  • la buccia di 1/2 limone (meglio se non trattato)
  • 2 cucchiai d'olio d'oliva  ( o 40 gr di burro)
  • i semini di 1/2 bacello di vaniglia
  • 1/2 bustina di lievito per dolci 
  • olio di girasole per friggere
  • zucchero semolato o a velo per decorare
Preparazione

Impastiamo tutti gli ingredienti insieme: mettiamo in una ciotola la farina, le uova, l'olio (o il burro ammorbidito), lo zucchero, il mistrà, il limone, il lievito, la vaniglia e lavoriamo fido ad ottenere un impasto omogeneo sodo e compatto.
Lasciate riposare l'impasto mezz'ora. 
Prendetelo e formate delle palline piccole con le mani di circa due centimetri.



Friggete in abbondante olio di girasole fino a doratura.


Scolate togliendo l'olio in eccesso e cospargente di zucchero a velo.




L'idea in più:
Sostituite il burro con 100 gr di ricotta di mucca, sentirete che morbidezza.


I consigli per la frittura perfetta:
  • Naturalmente l'olio deve essere nuovo ed essere abbondante.
  • Friggete per immersione in una pentola dai bordi alti.
  • La temperatura dell'olio dipende da quello che andiamo a friggere e in questo caso deve arrivare a 170-175°. Devono cuocere bene senza bruciare.
  • Appena cotte, scolatele ed appoggiate sulla carta assorbente in maniera da eliminare l'olio in eccesso.

You Might Also Like

0 commenti